Viaggio – pellegrinaggio in Russia

Mosca – San Pietroburgo

17 marzo – 24 marzo 2007

 

Sabato 17 marzo – Domenica 18 marzo

 Ritrovo all’aeroporto di Firenze alle 15.30. Partenza per Mosca alle 17.15 con il volo dell’Alitalia, scalo a Milano Malpensa.

Alle 02.20 circa si arriva a Mosca, ci accoglie Dimitri: Lorenzo ha il passaporto danneggiato e verrà reimbarcato sull’aereo. Inutili sforzi dell’Ambasciata italiana contattata nella notte.
All’alba trasferimento in uno dei residence dell’università Mgimo (Istituto per le relazioni internazionali). Siamo sistemati in tre appartamenti.

Alle  8 partenza per il pellegrinaggio a Serghiev Posad. Con noi Alessandra, Caterina e Dimitri, come per il resto del soggiorno a Mosca.
Visitiamo il Monastero: la tomba di San Sergio, il museo, la Cattedrale dell’Assunzione, le altre cattedrali.
Pranziamo in ristorante e nel pomeriggio ritorniamo a Mosca.

Alle 19 la Santa Messa in uno degli appartamenti, poi la cena. Un breve incontro tra noi e poi a dormire.

 

Lunedi 19 marzo

 

Celebriamo le lodi e la S. Messa, poi colazione al Mgimo.
Alle 11 incontro presso l’Associazione “Common cause”: presidente ed altri dirigenti, poi il pranzo con Mikhail Arteev, responsabile dei rapporti con l’estero della stessa associazione.
Alle 16 visita al Monastero di San Danilov (Patriarcato della Chiesa Ortodossa Russa – Dipartimento delle Relazioni Esterne): incontro cordiale (in italiano) con padre Igor Vhyzanov, segretario per i rapporti intercristiani, ed un suo collaboratore. Regaliamo un quadro con l’immagine della Santissima Annunziata. Con noi Julia, docente di italiano al Mgimo.
Alle 18 (in delegazione) visita alla Nunziatura e lungo incontro con Mons. Antonio Mennini.
Visita serale della Piazza Rossa.
Rientro tardi al residence: vespri, cena, poi a dormire.

Martedì 20 marzo

 

Poco dopo le 7 arriva Lorenzo dall’Italia, con documenti e visto nuovi.
Celebriamo le lodi e la S. Messa, poi colazione al Mgimo.
Visita del centro di Mosca, della Piazza Rossa, di San Basilio, della Cattedrale della Resurrezione, del Cremlino e delle sue cattedrali. Si va anche al Consolato a far riparare gli altri tre passaporti deteriorati.
Pranzo pomeridiano al Mgimo.
Ritorno a Mosca centro e visita sull’Arbat.
Rientro tardi al residence: vespri, cena, poi a dormire.

 

Mercoledì 21 marzo

Celebriamo le lodi e la S. Messa, poi colazione al Mgimo.
Visita del Mgimo accompagnati dagli studenti. Gabriele intanto incontra la prof. Zonova. Ci si riunisce tutti al Dipartimento diplomatico.
Ricevimento ed incontro con il prof. Loginov, Vice Rettore, e la moglie. Sono presenti anche Mikhail Arteev ed Evghenij Silin, direttore dell’Aeac.
Pranzo al Mgimo e partenza in metropolitana per il centro di Mosca.
Alle 16 (in delegazione) incontro alla Duma con Sergheij A. Popov, presidente del Comitato per le Organizzazioni pubbliche e religiose. Ci accompagna mons. Ante Jozic, segretario della Nunziatura. Sono presenti anche l’assistente del presidente ed il deputato delegato ai rapporti interparlamentari con l’Italia. Doniamo “La Pira immagini di storia”.
Ci si riunisce tutti a San Luigi dei Francesi e visitiamo la chiesa. Visita al vicino monastero ortodosso: c’è il servizio liturgico serale.
Rientro in taxi al residence: vespri, cena e momento insieme ai nostri accompagnatori moscoviti, che salutiamo.

Giovedì 22 marzo

Trasferimento all’aeroporto di Mosca-Vnukovo. Lodi in aeroporto
Partenza per San Pietroburgo alle 10.40 con un volo interno, con noi Mikhail Arteev, che ci accompagna a San Pietroburgo.
Arrivo alle 12 a San Pietroburgo – Pulkovo 1.
Ci accolgono Maria Gurenovich ed un altra ragazza della parrocchia cattolica di Santa Caterina, Kiril Nosenko e padre Dionisio, collaboratore del Vescovo Markel (ha studiato latino presso il Seminario cattolico).
Ci trasferiamo nel Seminario cattolico dove pranziamo, con noi tutti gli accompagnatori.
Ci salutano il rettore, italiano e padre Mariano, spagnolo e studioso di La Pira, a cui lasciamo le note biografiche.
Visitiamo S. Isacco e la Fortezza di San Pietro e Paolo, sosta sulla Neva con scivolata in acqua di Daniele.
Alle 18 incontriamo presso la parrocchia di Santa Caterina suor Isabel ed alcuni dei ragazzi che sono stati nostri ospiti in Italia negli anni scorsi. S. Messa concelebrata da don Giovanni e padre Nicolai.
Rientro in metro al Seminario, poi cena. Dopo, una passeggiata fino alla piazza del Palazzo d’Inverno ed alla Neva.

Venerdì 23 marzo

Lodi e S. Messa presso il Seminario.
Colazione e poi visita del Cimitero di guerra di San Pietroburgo (assedio tedesco nella seconda guerra mondiale); al Monastero di San Alessandro Nevskij preghiera sulla tomba del Metropolita Nikodim. Incontro (in delegazione) presso le casa delle suore domenicane.
Pranzo presso il monastero.
Visita dell’Ermitage ed alle 19 assistiamo alla Boheme presso il Teatro Marinskij.

Rientrati al Seminario i nostri accompagnatori organizzano, con la collaborazione di padre Markus, vice rettore, una piccola festa per il diciottesimo anniversario di ordinazione sacerdotale di don Giovanni.

Ci benedice padre Dionisio.

Sabato 24 marzo

S. Messa, colazione e poi lodi al Seminario. Splendida giornata di sole.
Ci trasferiamo in pulmann a Puskin e visitiamo il Palazzo d’estate degli zar a Tsarkoie Selo: la visita è stata organizzata ed offerta dal Vescovo Markel.
Andiamo a San Teodoro dove ci accoglie padre Sergheij; visitiamo la Cattedrale, ormai quasi del tutto restaurata; nella parte superiore si sta completando l’iconostasi. Pranzo (con spaghetti e thé).
Incontro con il Vescovo Markel, ausiliare del Metropolita di San Pietroburgo.
Ci trasferiamo nel pomeriggio all’aeroporto di San Pietroburgo – Pulkovo 2.
Salutiamo i nostri accompagnatori, che sono venuti tutti in aeroporto.
Alle 18 circa partiamo per Firenze con il volo dell’Alitalia (via Milano Malpensa).
Arriviamo a Firenze alle 21.45.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.